Roma. Forza Nuova contro il Gender

(Caserta24ore) ROMA Nel pieno infuriare delle polemiche che la questione del ??#‎Gender‬ ha riacceso con il ritorno sui banchi, Forza Nuova a Roma non si è fatta attendere nel ribadire la sua posizione nettamente contraria alle teorie di genere. Nella notte i militanti del movimento hanno affisso in zona testaccio, proprio dove si trova la scuola ??#‎Cattaneo‬ nella quale nei giorni scorsi si è svolto un corso pro gender per insegnanti, organizzato da alcune associazioni gay-friendly e patrocinato dal Comune di Roma, lo striscione “Di qui non si passa, Stop ideologia gender”. Queste le parole del responsabile romano di ??#‎ForzaNuova‬, Alessio Costantini. “È necessario tracciare una linea netta, a nostro avviso invalicabile, che protegga ciò che non può essere messo in discussione e che rappresenta il nucleo di valori fondanti della convivenza civile. La sacralità della vita umana, la famiglia, la comunità di terra e di spirito. Su questi valori non possiamo transigere. Pochi giorni fa si è tenuta in una scuola romana, il Cattaneo di Testaccio, un corso che indottrina gli insegnanti al lavaggio mentale dei bambini per disorientarli attraverso la falsa credenza che il maschile e il femminile siano solo due generi culturali, che le coppie??#‎omosessuali‬ sono uguali a quelle naturali, che le figure genitoriali sono intercambiali. Queste falsità aberranti fanno sradicate e fermate, prima che giungano alle orecchie dei bambini. Nostro Signore ci ha ordinato di non scandalizzare i piccoli, gli atti degli apostoli ci dicono di obbedire a Dio prima che agli uomini. La nostra coscienza ci dice che ogni mezzo sarà lecito per fermare questo male. Esiste un ordine naturale, riflesso dell’Ordine Celeste, che è compito di ogni cristiano difendere. La feccia atea e progressista, ben infiltrata ad ogni livello sociale come nei “Demoni” di Dostoevskij, manovra e complotta alla luce del sole per il rovesciamento di ogni senso e lo svuotamento di ogni valore, ma noi non ci faremo nè intimidire nè piegare. Portas inferi non prevalebunt!”