Ancora Orrori nelle cliniche abortiste

(da Rita Madonna) Egregio Direttore, la nota catena di cliniche abortiste statunitensi Planned Parenthood si è fatta conoscere per aver modificato il processo di aborto in modo da ottenere cadaveri fetali interi e vendere organi e tessuti di feti abortiti.
L’attivista pro life Davide Daleiden si è finto rappresentante di una compagnia interessata all’acquisto e con Sandra Merritt ha smascherato i crimini della clinica con dei video. Il Direttore della ricerca per la pianificazione familiare del Golfo del Messico, Melissa Farrel, ha ammesso molteplici reati, tra cui realizzare un profitto dalle traffico di organi umani e alterando il processo di aborto inutilmente al fine di ottenere “i migliori esemplari.” Malgrado ciò il grand jury non condanna la Planned Parenthood e non chiede a questa la restituzione degli incassi illegali ma condanna gli attivisti pro life che hanno smascherato i crimini sono stati incriminati per manomissione di documenti governativi e addirittura accusati essi stessi di traffico illegale di organi umani. Rischiano una pena non inferiore a due e non più di 20 anni di carcere e una multa fino a $ 10.000.