Lettera aperta a Emma Bonino

(di Giorgio CELSI) Emma Bonino ai giornali hai affermato: “Con Sala porterò Milano nel mondo, a differenza di altri io ci metto la faccia”. Gesù abbi Misericordia e Perdono, perché intanto anche tu Emma, favorendo l’introduzione in Italia della legge 194 hai contribuito in modo notevole a portare all’altro mondo 6.000.000 di bambini con l’aborto. Ricordi, hai contribuito anche a portare all’altro mondo con l’eutanasia la povera Eluana Englaro piccolo fiore della Carnia che avrebbe voluto invece vivere e la tua faccia quindi, mi dispiace per te ce la mettiamo pure noi, soprattutto mentre godevi diabolicamente nel fare aborti con la pompa delle biciclette per sovvenzionare il tuo partito e portare avanti la tua ideologia radicale di morte, o mentre tenevi in mano con orgoglio la Pillola RU 486, vero e proprio pesticida umano, che oltre ad uccidere il bambino nel grembo a volte uccide anche la mamma, come è successo ultimamente al Sant’Anna di Torino. Oggi eravamo quindi a Milano per manifestare a Difesa della Vita e contro appunto il grave delitto dell’aborto e dell’eutanasia e ci saremo anche martedì 28 corrente mese dalle ore 10,30 alle ore 15 (ritrovo in piazza Duomo) e ci saremo ancora in seguito, perchè convinti che, le difficoltà della vita non si superano eliminando la vita come pensi tu, ma superando insieme le difficoltà..
Io dico che se tu Emma vuoi venire a terminare l’opera di distruzione di massa, iniziata ancor prima della legge 194 (legge immorale ed iniqua che viola il diritto naturale alla vita e che ha trasformando un delitto in un diritto) proseguendola cercando di introdurre l’eutanasia, la legalizzazione delle droghe e l’abolizione dell’obiezione di coscienza per medici e infermieri, e’ meglio per Milano e per i Milanesi che te ne stia a casa o che tu vada in pensione, perchè Milano e l’Italia intera ha bisogno ora più che mai di persone che siano testimonianze di Vita e di Speranza, non di morte, che parlino di Vita, che si adoperino e si spendano per la Vita!! Spero però di sbagliarmi e che il fatto che tanti stanno pregando per te. e che tu sia stata anche in udienza con il Papa ti abbia cambiata, perchè ho fiducia che, come diceva Lev Tolstoj, “Il bene è in tutti: manca solo il coraggio di usarlo”. Io spero Emma che tu riesca a trovare questo coraggio, se ciò accadesse pensa a quanto bene potresti fare, ricordiati che, ogni persona è colpevole di tutto il bene che non ha fatto e che come diceva San Giovanni della Croce: “Alla sera della Vita saremo giudicati sull’amore”. Che Dio ti Benedica! Celsi Giorgio