Terremoto nell’Italia centrale sisma da 6.0 di magnitudo

terremotoE’ il terzo terremoto a memoria d’uomo più forte mai verificatosi in Italia. I ricordi vanno inevitabilmente in Friuli, in Irpinia e all’Aquila. La scossa, lieve è stata avvertita anche in provincia di Caserta. Questo perchè la grande energia che il sisma di intensità 6.0 si è sprigionata sopratutto sul versante adriatico. Anche a Roma la scossa è stata avvertita ma non eccessivamente.
Intanto mentre si spera che il computo delle vittime cessi e si estraggano ancora vive persone dalle macerie arriva la solidarietà da tutta Italia.
“A nome dell’Assemblea legislativa regionale dell’Emilia-Romagna e della Lega Nord esprimo rammarico ma anche vicinanza, solidarietà e sostegno a tutte le popolazioni, agli amministratori e alle famiglie colpite dal terribile terremoto che questa notte ha devastato l’Italia centrale. In Emilia Romagna conosciamo purtroppo bene gli effetti di uno sciame sismico così distruttivo e il dolore, la paura e la rovina che si lascia dietro un tale disastro”.
Così Fabio Rainieri, vice presidente dell’Assemblea Legislativa dell’Emilia Romagna, si esprime in merito al sisma che ha devastato ampie parti dell’Italia centrale e che ha distrutto interi paesi tra Lazio, Marche e Umbria.
“Amatrice, Pescara del Tronto, Accumoli, e tutti i Comuni colpiti dal sisma sappiano che l’Emilia Romagna è loro vicina. Nel ringraziare i soccorritori e i volontari che da subito si sono messi a disposizione delle popolazioni colpite, assicuro che mi spenderò affinché sui territori giungano, oltre alla nostra solidarietà, al cordoglio per i morti e alla speranza per i feriti, aiuti concreti per ripartire di nuovo. Per questo – conclude – in giornata depositerò una risoluzione per impegnare la giunta a intervenire il prima possibile a sostegno delle popolazioni colpite”.

Il sito caserta24ore.it è verificato dall'Ordine dei Giornalisti