I morti sul lavoro in Emilia Romagna sono molti di più di quelli indicati da Repubblica

(IlMezzogiorno) Egr. Direttpre Egidio, leggo su Repubblica che i morti in Emilia Romagna sono 75, numero di morti che l’INAIL diffonde attraverso i suoi Report. Ormai tutti sanno che il numero di morti e di infortuni in generale sono relativi alle denunce che arrivano a questo Istituto dello Stato. Come l’anno scorso molte di queste denunce non verranno riconosciute dall’INAIL come infortuni, anche quelle mortali. Questo perchè l’INAIL monitora SOLO i propri assicurati e in tanti lavoratori non lo son. Anche le morti in nero non sono comprese tra queste morti. L’anno scorso le denunce per infortuni mortali pervenute all’INAIL sono state quasi 1200. Alla fine sono diventai quelli riconosciuti come tali meno di 700. Che fine hanno fatto gli altri 500 morti? Poi anche in queste denunce sono esclusi gli agricoltori morti schiacciati dal trattore e tanti altri. Insomma i morti per infortuni sul lavoro sono molti di più,Noi li monitoriamo tutti i morti sui LUOGHI DI LAVORO che sono in questo momento 50 in Emilia Romagna, con i morti sulle strade e in Itinere si superano abbondantemente i 100. Qui sotto la situazione in Emilia Romagna dei morti sul lavoro. Carlo Soricelli curatore dell’Osservatorio Indipendente di Bologna morti sul lavoro http://cadutisullavoro.blogspot.it EMILIA ROMAGNA morti sui luoghi di lavoro.
Bologna 10
Ferrara 3
Forlì Cesena 6
Modena 11
Parma 5
Piacenza 3
Ravenna 3
Reggio Emilia 9
Rimini 0
EMILIA ROMAGNA 50