IlMezzogiornoLibri. “Mariotto e Ganozza” la vera storia di Romeo e Giulietta

La novella “Mariotto e Ganozza” è stata pubblicata da Giovanni Parisi, all’interno di una raccolta “Novelle di ieri e di oggi”, Caserta, IlMezzogiorno, 2012.
Il senese Mariotto, innamorato di Ganozza, era accusato di un omicidio e costretto a fuggire ad Alessandria. Ganozza, per raggiungerlo, si finge morta e uscita dal sepolcro va a trovarlo in incognito. Mariotto aveva appreso della morte di Ganozza e vuole morire anche lui. Ritorna a Siena e, riconosciuto, viene preso e giustiziato tramite decapitazione. La donna, intanto, non lo trova ad Alessandria, ritorna a Siena e trova l’amante con la testa tagliata. Si gettata sul suo corpo e muore per il dolore. Ecco l’inizio della storia
Caro lettore dopo aver letto la storia e considerata ogni loro circostanza, secondo il tuo parere, chi di loro ha amato in modo più profondo?In questi giorni, da un tuo compaesano, di non modesta autorità, fra alcune belle donne, fu raccontato che non molto tempo fa a Siena viveva un giovane di buona famiglia, bello e di ottimi costumi. Si chiamava Mariotto Mignanelli il quale, essendo perdutamente innamorato di una bella giovinetta di nome Ganozza, figlia di un noto e molto stimato cittadino, discendente dalla stirpe dei Saraceni, col passare del tempo, ottenne di essere ricambiato da lei con altrettanto ardente amore. Essendosi scambiati per molto tempo soavi sguardi di amore e desiderando ciascuno di goderne i frutti, avendo cercato varie vie e non trovandone nessuna giusta, la giovane che era bella, ma non meno prudente, pensò di prenderlo per marito di nascosto perché se, per contrarietà dei fatti, non fosse stato loro permesso di godere avrebbero avuto modo di coprire lo sbaglio commesso. E per portare a termine la cosa, corrotto un frate dell’ordine di Sant’Agostino con denaro, per far celebrare detto matrimonio di nascosto, e sicuri di questo fatto, con gioia di ambedue diedero sfogo ai loro desideri. Dopo aver goduto di questo amore, parzialmente lecito, accadde che la fortuna cambiò in modo contrario tutti i loro desideri.
Bibliografia Wikipedia

 

Il sito caserta24ore.it è verificato dall'Ordine dei Giornalisti