Arienzo. Laboratorio di Scrittura creativa con i detenuti della Casa Circondariale

(Caserta24ore) ARIENZO (Ce) Evento di chiusura del Laboratorio di Scrittura creativa con i detenuti della Casa Circondariale di Arienzo nell’ambito del programma “Oltre le mura” organizzato dal Garante delle persone detenute della Regione Campania e affidato a LESS Società Cooperativa Sociale. Si è concluso il Laboratorio di Scrittura creativa organizzato dal Garante delle persone detenute della Regione Campania nell’ambito del programma “Oltre le mura” e affidato a LESS Società Cooperativa Sociale a r.l.
Alla manifestazione finale sono stati presenti le persone detenute che hanno preso parte alle attività laboratoriali; hanno partecipato la Direttrice della C.C. di Arienzo, Dott.ssa Annalaura De Fusco, il Garante delle persone detenute della Regione Campania, Prof. Samuele Ciambriello che durante la presentazione ha dichiarato: “l’anagramma di CARCERE è CERCARE, abbiamo promosso questa iniziativa perché attraverso questa scrittura (un articolo, una poesia, una racconto) i detenuti possono ricevere un aiuto per ritrovarsi, recuperarsi, risarcire”, per il Presidente e della Cooperativa Sociale LESS, Daniela Fiore: “ il laboratorio di scrittura creativa ha costituito un’esperienza significativa sia per gli esperti che lo hanno condotto sia per le persone detenute che hanno partecipato; crescita professionale e personale per gli uni e spazio di espressione, creatività ed evasione per gli altri, il percorso ha avuto un impostante valenza pedagogica che ci auguriamo posso replicarsi dando continuità ad attività culturali e formative negli istituti penitenziari” E’ stato presentato il lavoro realizzato nell’ambito del Laboratoriali e l’opera di un giovane detenuto dell’Istituto Penitenziario di Arienzo, finalista al Concorso letterario LiberAzioni – Io sono tante/i.  Tutte/i quelle/i che sono stata/o, sono e sarò, promosso dal Progetto LiberAzioni – Festival delle Arti dentro e fuori, che si terrà a Torino dal 18 al 20 ottobre di quest’anno. Durante la presentazione i detenuti che hanno partecipato al laboratorio hanno presentato i loro elaborati di particolare impatto emotivo sono state alcune autobiografie, che mostrano la loro intimità d’animo altri invece hanno allietato l’evento con canzoni classiche napoletane.
La giornata si è conclusa con gli attesti di partecipazione consegnati dalla Direttrice Annalaura De Fusco e il Garante dei detenuti Samuele Ciambriello a ogni singolo partecipate del laboratorio.