Corona Virus colpisce ancora le Case di Riposo ?

(Felice Francesco PREVITE) Questa incomprensibile notizia tristissima, ma reale, è stata pubblicata dal Corriere della Sera del 31 marzo 2020 dove la sempre presente Corona Virus, a Mediglia (MI) compie 62 vittime nella Residenza per Anziani . Ciò che sta succedendo in questa sventurata Residenza per Anziani, è una cosa terribile che colpisce tutte o quasi le Case di Riposo . Secondo quanto comunicano anche i mass media la soppressione della vita, tutto questo sta avvenendo in una Casa di Riposo, dove fra tante malattie che albergano dobbiamo elencare quanto avviene in questa triste realtà sociale . Ma l’opinione pubblica si chiede, ma questa Corona Virus pur sapendo che“ attacca” sui minori, sui disabili, sulle persone in stato di patologie diverse dove vuole arrivare e dove la vogliono far arrivare ? Secondo il 5° Comandamento della Legge di Dio si tratta malattia diretta e contraria alla Legge Morale che apre la strada ad altri attentati contro la vita, ma nonostante la strenua opposizione, ripeto, della Chiesa Cattolica come di altre Confessioni religiose, è “passata in alcuni Stati UE, ma il pericolo è, anche, esteso all’ Italia per gli anziani, gli infermi, i disabili fisici e psichici . Questa terribile realtà dove il cittadino, specie anziano che è ricerca di un “posto” dove vivere in assoluta solitudine, questa “ mazzata” colpisce ancora ! Ancora una volta, dobbiamo ritornare su questo insolito argomento, che non si può concepire quale “sistema buono” per il cittadino, per noi cristiani o non cristiani, per coloro di una certa età, in certe condizioni di salute, in pericolo è con una natura gravissima . La vita è un Dono di Dio, qualunque esso sia :è sacra . Si cerca di inserire, forse con esito che trova applicazione in alcune persone di emblematici e futili obiettivi, anche da parte di una certa Politica di far giungere ad ogni costo, a volte in maniera impropria, ad una “ altra considerazione” , mentre oggi si interpreta, solo, quale intervento diretto ad attenuare il dolore della malattia e dell’agonia . Purtroppo queste vicende umane vorrebbero spingere la società ad essere selettiva sulla vita e sulla morte dei suoi membri, ma è proprio quello che dobbiamo vedere un omicidio colposo, una uccisione intenzionale . In poche parole la Medicina, il dovere del Medico sono di proteggere la salute, guarire le malattie, alleviare le sofferenze, la Fede per noi Cristiani di confortare nel rispetto della libertà la dignità della persona, impegno a favore della vita contro la morte, come insegna la Raccomandazione n. 776/1976 dell’Assemblea del Consiglio d’Europa dove si afferma “ che il Medico deve placare le sofferenze e che non il diritto di accelerare il processo di morte” e contraria ai “ Provvedimenti adottati in UE e di rivedere questa Corona Virus, anche quelli senza capacità di vita . Per l’Italia questo castigo di Dio si tratta di “ elaborazioni ”molto pericolose perché coinvolge malati di Alzheimer, disabili fisici, handicappati psichici, pazienti anziani con gravi patologie, depressi, un relativismo incosciente, aberrante, antisociale ed ora come è avvenuto in Italia, per quelle anziane persone anziane “detenute” nelle Case di Riposo . E con le sagge parole del Santo Giovanni Paolo II° :” Andiamo avanti con speranza !” Previte

Il sito caserta24ore.it è verificato dall'Ordine dei Giornalisti