Carceri: Cantalamessa caso Carinola dimostra incapacità Bonafede

(IlMezzogiorno) CARINOLA “Inquietante il fermo avvenuto nel carcere di Carinola. Spiace che il protagonista in negativo sia stato un sacerdote giunto nell’istituto casertano per la messa domenicale per i detenuti ma scoperto, grazie al pronto intervento degli agenti penitenziari, con addosso otto micro-telefoni, uno smartphone, un caricabatterie e cavetti usb. La magistratura accerterà le responsabilità di quanto accaduto. Tuttavia, questa è l’ennesima dimostrazione di come il Dap sia diventato un colabrodo per colpa di un ministro della Giustizia come Bonafede totalmente incapace di garantire la sicurezza all’interno delle carceri. Un plauso alla Polizia Penitenziaria, che ancora una volta ha bloccato il tentativo di certi detenuti di dialogare con l’esterno per dare probabilmente ordini ai propri referenti della criminalità per strada”. Così il capogruppo della Lega in commissione Antimafia, Gianluca Cantalamessa.