Miano. 11 borse di studio per i minori a rischio nell’ex casa del boss

(IlMezzogiorno) MIANO Venerdì 24 luglio 2020, nella sede della Società Cooperativa Sociale “Il Quadrifoglio“, operante a Miano, in Via Vicinale Vallone di Miano 20, nell’ex villa del boss Licciardi, oggi bene confiscato alla criminalità, undici ragazzi riceveranno una borsa di studio contro la dispersione scolastica di adolescenti a rischio, alla presenza dell’Assessore regionale all’Istruzione alle Politiche Sociali Lucia Fortini.
Saranno presenti il Garante delle Persone Sottoposte a Misure Restrittive della libertà personale Prof. Samuele Ciambriello, l’Assessore del Comune di Napoli ai beni confiscati Luigi Felaco e la presidente della Società Cooperativa “Il Quadrifoglio” Lidia Ronghi insieme agli insegnanti degli Istituti comprensivi dove gli adolescenti hanno conseguito la terza media: istituti Salvo D’Acquisto, Carafa – Salvemini e Michelangelo Augusto Il Progetto, promosso dal Garante delle persone sottoposte a misure restrittive della libertà personale e dall’Assessorato alle politiche sociali Regione Campania e gestito dalla Società Cooperativa Sociale Il Quadrifoglio, ha accompagnato 11 ragazzi del territorio cittadino, a rischio dispersione scolastica, segnalati dalle scuole e dai servizi territoriali, in un percorso di rafforzamento delle competenze e delle motivazione che li ha condotti al conseguimento della licenza media. “Il progetto promosso dal mio ufficio ha visto coinvolti complessivamente 45 ragazzi che si trovavano in condizioni molto compromesse. Le quattro associazioni napoletane coinvolte, tra cui
la cooperativa Il Quadrifoglio, non li ha lasciati mai soli, portandoli ad un lusinghiero percorso di
vita scolastica ritrovato. Così hanno lavorato per un affiancamento alternativo riuscito”, così Samuele Ciambriello, garante campano delle persone private della libertà personale. Nel corso dell’evento i ragazzi che hanno partecipato al suddetto progetto saranno premiati con il conferimento di una borsa di studio e riceveranno l’attestato di terza media.