Caserta. Un consiglio per la surroga di Enzo Battarra

(Caserta24ore) CASERTA “Ancora regolamenti calpestati, ancora discussioni sui temi della città rimandate all’infinito. Questa consiliatura ha smesso di sorprenderci, e meno male che siamo ormai alle battute conclusive sperando che alle urne i casertani tengano conto di tutto questo. I cittadini devono sapere che domani, o più probabilmente mercoledì in seconda convocazione, almeno una dozzina di consiglieri comunali intascheranno un gettone di presenza per andare a ratificare la surroga di Enzo Battarra che entra in assise al posto di Antonio Ciontoli. E nulla più. Con quasi una ventina di argomenti in sospeso da discutere, con mozioni e documenti che risalgono ormai a quasi un anno fa, è davvero incomprensibile la convocazione un Consiglio con quest’unico punto all’ordine del giorno. Addirittura, nell’ultima conferenza dei capigruppo, si è stabilito che anche il successivo ordine del giorno sarà monotematico, con la variante al Piano Regolatore per i moduli di terapia intensiva realizzati nel parcheggio dell’Ospedale Civile. Soltanto tra due settimane, forse, si riproverà a discutere delle proposte più volte rimandate a causa delle ripetute sospensioni dei consigli comunali per mancanza del numero legale dopo le “fughe” dei consiglieri di maggioranza. Ci scusiamo, quindi, con il neo consigliere Battarra a cui diamo il benvenuto, ma i consiglieri Naim ed Apperti non saranno in Aula, non condividendo la scelta di svolgere l’assemblea in presenza, mentre centinaia di piccoli, medi e grandi comuni in tutta Italia si sono organizzati con consigli comunali in video conferenza, ma soprattutto come denuncia per l’ennesimo spreco perpetrato da consiglieri comunali che si regaleranno 75 euro a testa per un impegno che durerà pochi minuti di orologio.”.