IlMezzogiornoLibri. Settanta poesie per una rondine di Paolo Mesolella

Descrizione

Settanta poesie per una rondine è una raccolta di poesie di paolo Mesolella curate da Erminio Zona scritte tra il 1990 e il 2020, con l’amore come tema principale. Eccole: L’amore sembra un atto naturale e lo è, ma è immediatamente il suo opposto. L’attrice aveva una maschera di coccio. Una donna alta come te. Una donna di pietra come te. Una donna tenerissima come te. Mandava un dolore muto dalla maschera che teneva sul viso. La donna cercava il suo amore, lo rincorreva lenta: fece sette passi sulla scena e sette giri su sé stessa, impiegando un tempo indescrivibile. Per ogni giro, anzi per ogni movimento, lei mostrava quel dolore sempre uguale, un dolore di pietra, immedicabile. Era il tuo dolore quello che la maschera nascondeva dietro la sua inespressività? Sembrava parlasse contro di me, spettatore impotente. Una mano maschile si mosse dai vestiti per tergere lacrime inesistenti. Lo so, tu non puoi piangere, sei secca di lacrime come d’amore che hai dato nel salire e scendere i colli, nell’attraversare i laghi. Ma io sono qui che ti attendo. L’amore sembra un atto naturale e lo è, ma è immediatamente il suo opposto. Frenati gli incubi dell’io che vuole sicurezza, la gioia pulsa, si libera dalla gola e pare attorcigliarsi nell’aria. L’aria è il tuo corpo quando sorridi, e quando mi manca, l’aria mi manca. Ascolta: il tuo sorriso è la mia vita ma è anche la tua. Ma se poi ci tradisse il contratto d’amore?

Il sito caserta24ore.it è verificato dall'Ordine dei Giornalisti