Capriati al Volturno. Gli “Amici di San Rocco ” le braccia e la voce del santo pellegrino di Montpellier

(Caserta24ore) CAPRIATI AL VOLTURNO Sono questi i punti essenziali per un vero e proprio cammino come battezzati e come Associazione: Il pellegrinaggio- San Rocco è stata una radiosa figura di pellegrino che nel 1300, in occasione del primo pellegrinaggio giubilare e negli anni della peste nera che imperversava in Europa , ha praticato un cammino di preghiera, conversione e penitenza e in questa pratica emerge la figura del taumaturgo che soccorre gli ammalati e gli infelici salvandoli dal contagio. La mitezza evangelica- San Rocco imitando il Signore Gesù, ha vissuto le privazioni, le avversità e la malattia con grande mitezza. Testimoniando a ciascuno di noi che dare la vita per Dio ed i fratelli è veramente bello e possibile.
Le opere di carita’- San Rocco è l’emblema della carità, la sua santità è stata tutta segnata dalla carità. Lui ha saputo vivere in pienezza la parola del vangelo di Matteo : “Avevo fame e mi avete dato da mangiare, avevo sete e mi avete dato da bere, ero forestiero e mi avete ospitato, ero nudo e mi avete vestito, ero malato e siete venuti a curarmi; ero in carcere e siete venuti a trovarmi…E i giusti diranno:Signore, quando ti abbiamo visto affamato, assetato, forestiero, nudo, malato e in carcere e ti abbiamo fatto tutto questo? Il re risponderà: In verità, vi dico: tutte le volte che avete fatto ciò a uno dei più piccoli dei miei fratelli , lo avrete fatto a me!”.
San Rocco che noi tutti vogliamo sforzarci di imitare sia il nostro compagno di viaggio terreno per un incontro speciale con Gesù. È sulla carità che l’associazione Europea Amici di di San Rocco ha sempre puntato e continua ancora vista la grave situazione che la pandemia da Covid ha reso più poveri ed indigenti tante famiglie e persone Fratel Costantino De Bellis che ha saputo cogliere l’ essenziale dalla vita del Santo pellegrino di Montpellier , ha sempre invitato i gruppi Amici di san Rocco a donare perché il poco di tutti è tanto per chi non ha nulla .
Dal 1999, il fondatore dell’associazione Europea Amici, inizia a collaborare con la mensa dei poveri a Roma presso la chiesa e con alcuni Vescovi dell’Africa che lo invitano a sostenere iniziative caritatevoli nei loro paesi stretti nella morsa della povertà . Fratel Constantino, armato di entusiasmo e di tanta buona volontà , confidando nella provvidenza si attiva per la costruzione di una scuola intitolata a San Rocco in Madagascar , la realizzazione di 10 pozzi in Eritrea e l’acquisto di carrozzine per disabili per il Congo. E’ stato poi registrato un cd dei canti dedicati a San Rocco che il fondatore realizza grazie all’impegno e alla collaborazione del M Luoigi Quintieri. Fratel Costantino ha anche pubblicato un libro dal titolo “San Rocco un Santo per Amico”, i cui proventi sono destinati a mantenere il sodalizio e a dare aiuto al terzo mondo e alle tante forme di povertà di casa nostra, come sostegno a famiglie bisognose, emigranti , giovani studenti al fine di realizzare progetti per alleviare le sofferenze di tanti bisognosi . E come dice Papa Francesco che ha scritto a Fratel Costantino invitandolo a far pregare con tutti gli iscritti all’associazione Il Santo affinché cessi la peste del Covid: nella Chiesa non è grande chi ha titoli o ricopre dei ruoli important, ma chi si fa prossimo al fratello e dona con amare come ha fatto San Rocco .
“A San rocco, spiega fratel Costantino, chiediamo l’aiuto perché la nostra vita sia conforme alla sua soprattutto nell’ apertura agli altri e nell’amore verso il prossimo, specialmente nei momenti e nello stato di bisogno, superando ogni umana difficoltà. San Rocco è per tutti una luce luminosa che rischiara e rende più agevole il nostro cammino. Amiamo questo santo che anima e rende sempre più viva la nostra grande famiglia degli Amici di San Rocco, le nostre comunità parrocchiali, i gruppi e le confraternite. La nostra gratitudine va a tutti coloro che devoti e amici di San Rocco, si prodigano , nella loro vita e con la loro vita, a rendere sempre più viva la fede e la chiesa nella pratica dell’amore di Dio e dell’amore verso i fratelli. In provincia di Caserta l’associazione vive ed opera dal 2004 a Capriati al Volturno dove è stato costruito l’unico museo al mondo dedicato a San Rocco e tra non molto a Falciano del Massico verrà realizzato con la collaborazione del comune una pinacoteca nazionale dedicata al Santo pellegrino .

Il sito caserta24ore.it è verificato dall'Ordine dei Giornalisti