Falciano del Massico. Inaugurata la Pinacoteca nazionale di San Rocco

(Paolo Mesolella) FALCIANO DEL MASSICO (Ce) E’ stata inaugurata questa mattina, alle ore 10.30, una grande Pinacoteca dedicata a San Rocco. Il santo di Montpellier ha trovato una sua pinacoteca nazionale. Tra i locali messi a disposizione da tante amministrazioni comunali e comunità legate a San Rocco, è stata scelta la comunità di FALCIANO DEL MASSICO in provincia di Caserta per ospitare numerosi quadri, veri capolavori d’arte che raccontano la sua vita operosa, al servizio di Dio e dei fratelli bisognosi. All’inaugurazione erano presenti Fratel Costantino, e numerosi sindaci tra i quali il Sindaco della cittadina, Giovanni Erasmo Fava e l’assessore comunale. San Rocco, patrono della cittadina, ancora oggi è un santo molto amato, anche se sono trascorsi sette secoli dalla sua vita terrena, perché il suo amorevole tocco taumaturgico ci libera dal nuovo morbo pestilenziale che è il Covid 19. “La pinacoteca nazionale dedicata a San Rocco, ha spiegato fratel Costantino, è un luogo di accoglienza, di arte e di riflessione spirituale, che poserà lo sguardo sul pellegrino di Dio .
I visitatori potranno ammirare tre grandi sale e numerosi dipinti che daranno impulso alla devozione e alla conoscenza di uno dei santi più venerati al mondo: Rocco di Montpellier il giovane pellegrino che venne in Italia e portò amore e conforto nel nome di Gesù .Solo in Italia si contano oltre tremila tra chiese, cappelle, santuari ed oratori, duecento settanta confraternite e patrono di ben 1889 comuni. Sono tanti gli artisti che dal Piemonte alla Calabria daranno vita della pinacoteca nazionale dedicata a San Rocco che sarà inaugurata sabato 16 ottobre.
Il presidente della repubblica Mattarella ha telefonato Fratel Costantino per esprimergli la sua ammirazione per aver creato un polo artistico – culturale nella cittadina campana .
Fratel Constantino De Bellis, il Fondatore dell’Associazione Europea Amici di San Rocco, è nato a Stornara (Foggia) , ma da oltre 25 anni è pellegrino anche lui sulle orme di San Rocco . Il suo apostolato lo porta in tutta Italia e in Europa dove è presente il culto del Santo Pellegrino di Montpellier, perché i suoi devoti lo possano conoscere ed ammirare spiritualmente. Tra gli artisti che hanno dato il loro contributo alla nascita della Pinacoteca:
Lorenzo Moffa e Wanda Giannini di Foggia , Valentina Saverio Vurchio di Cerignola Foggia,
Mario Didonfrancesco di Lecce, Ennio Cobelli di Santhia, Luigi Sinisgalli di Potenza
Yuri Kuku Vibo di Vibo Valentia , Corrado Armocida di Gioiosa Jonica, Eleana Spaziani di Sora (Frosinone)
Luigi Cali’ di Napoli, Viola di Novara, Patrizia Gallassi di Carisio Vicenza, Saverio Genise di Gattinara
Maria Pelizzaro di Novara, Gianfranco Combi di Lecco, Maria Teresa di San Benedetto dei Marsi
Giovanbattista Di Dio di Gela, Claudio Larini di Falciano del Massico, Angelo Potenzieri Pace di Palo del Colle Bari.

Il sito caserta24ore.it è verificato dall'Ordine dei Giornalisti