Capua. al Museo Campano “leib_ilcorpo vivente”

(Caserta24ore) Capua – Successo al Museo Campano per il vernissage “Leib_il corpo
vivente” di Ambrosino e “I Gladiatori” che ha siglato di fatto il passaggio del Museo Campano nella sfera dell’internazionalità inserendolo tra i grandi. Con Rosalia Santoro hanno inaugurato Paolo Giulierini, direttore del MANN, Maria Gabriella Casella e Carmine Renzulli, rispettivamente presidente e procuratore del tribunale di SMCV, Antonella Troncone, procuratore del tribunale Napoli Nord, Giovanni Conzo proc.aggiunto Roma, Tommaso De Simone,Presidente della CCIAA Caserta, Luigi Traettino, presidente regionale di Confindustria e Ida Gennarelli direttrice del Parco Archeologico di S.M.C.V. Si è registrato il tutto esaurito con le sale strapiene di pubblico delle grandi occasioni provenienti da tutto il territorio campano per l’evento che ha segnato di fatto il cambio di passo del Museo Campano
grazie al lavoro intenso e massiccio del nuovo Cda e soprattutto della presidente Rosalia Santoro. Boom di pubblico e presenze illustri ieri sera al Museo Campano di Capua per il vernissage della mostra “LEIB_Il corpo vivente” personale di Danilo Ambrosino & i GLADIATORI con i materiali archeologici del MUSEO CAMPANO, i contributi tecnologici e digitali del MANN e i rimandi al Museo del Gladiatori e all’Anfiteatro di SMCV. In una magica atmosfera che ha riportato i visitatori ai tempi dei gladiatori, con Rosalia Santoro presidente del Museo Campano, hanno inaugurato Paolo Giulierini presidente-direttore del MANN-Museo
Archeologico Nazionale di Napoli, con cui il Museo Campano ha ormai siglato un accordo di collaborazione piena e totale;Maria Gabriella Casella e Carmine Renzulli, rispettivamente presidente e procuratore del Tribunale di SMCV, Antonella Troncone procuratore del Tribunale Napoli Nord, Giovanni Conzo Proc.aggiunto Roma, Tommaso De Simone Presidente
della CCIAA Caserta, Luigi Traettino presidente regionale di Confindustria, Ida Gennarelli direttrice del Parco Archeologico di S.M.C.V, i consiglieri del CDA del Museo Campano, Carmela Del Basso e Fausto Beato e il direttore Giovanni Solino. Grande plauso degli intervenuti al lavoro svolto dal nuovo Cda e soprattutto alla presidente Santoro che è il “deus ex machina” di questa trasformazione radicale del Museo Campano, che da dormiente museo dì provincia, quasi sconosciuto di qualche mese fa è entrato a pieno diritto nella sfera dell’ internazionalità e
dell’internazionalizzazione, configurandosi tra i grandi musei.

Il sito caserta24ore.it è verificato dall'Ordine dei Giornalisti