Alife. Il Foscolo alla Giornata dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza

(Caserta24ore) ALIFE Con la Rete Pangea di Scampia, Libera e Agende Rosse di Paolo Borsellino. Un sabato mattina dedicato alla Convenzione dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza e alla legalità. Questa mattina le studentesse e gli studenti dell’indirizzo Turismo del “Foscolo” di Sparanise e gli alunni dell’IIS di Alife hanno partecipato ad un interessante convegno sulla legalità e sui diritti dei bambini e degli adolescenti. Grazie infatti all’associazione Onlus “Movimento ambasciatori per la Pace e la salvaguardia del creato del III millennio”, della preziosa Presidente Agnese Ginocchio, presso il Giardino della Pace, della Memoria e del Creato di Alife si è tenuto una intensa “Giornata per i Diritti”, in occasione dell’anniversario della Convenzione firmata nel 1991 anche dall’Italia. La manifestazione si è tenuta nel grande giardino di Alife dedicato a Gino Strada, Giovanni Falcone e Paolo Borsellino in Via Volturno. Il Foscolo ha partecipato all’incontro con quaranta alunni dell’indirizzo Turismo, con il Preside Paolo Mesolella e con le professoresse Stefania Merola e Giovannina Bovenzi. Hanno partecipato alla manifestazione anche alunni dell’IIS “De Franchis”, sede IPIA di Alife, accompagnati dalla vicepreside Angelina Palmiero e numerosi ospiti che hanno dato la loro testimonianza nel campo dei diritti umani: la “Rete Progetto Pangea” di Scampia di Napoli, ideatrice del Progetto “Giardino dei cinque continenti e della nonviolenza”, rappresentata dal prof. Fedele Salvatore dell’ISISS di Miano di Napoli “Attilio Romanò” vittima innocente della Camorra e dalla professoressa Marina La Magna fondatrice del “Gridas” di Scampia; il presidente dell’Associazione “Libera” dott. Fabio De Gemmis; il portavoce del movimento delle Agende Rosse “Pier Paolo Borsellino” di Caserta e Napoli Nord, Mimmo Marzaioli; il Sindaco di Alife dott.ssa Maria Luisa Di Tommaso, gli assessori di San Nicola la Strada Maria Natale e Alessia Tiscione, il presidente dell’associazione Combattenti e reduci di Piedimonte Matese prof. Marcellino Diana, il Preside del Foscolo di Calvi e Teano Paolo Mesolella, il Presidente del Circolo ricreativo della terza età di Alife, Francesco Montalbano, la dott.ssa Maria Gioia Tomassetti del Comitato Civico di Raviscanina, Giancarlo De Simone referente Plastic Free Raviscanina, il prof. Sergio Vellante, già ordinario alla Facoltà di Imgegneria ambientale presso la Seconda università di Napoli, la dott.ssa Maria Rosaria Iacono, Presidente “Italia Nostra Caserta”, i soci del Movimento per la Pace prof. Gino POnsillo (che ha moderato la manifestazione), la prof.ssa Monica Pacelli, la professoressa Daniela Truocchio, l’assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Alife Caterina Ginocchio e la Preside dell’IPSEOA “Cappello” di Piedimonte Matese, Clotilde Riccitelli. “Il giardino della pace, della memoria e del creato, ha spiegato Agnese Ginochio, Presidente dell’associazione ”Movimento ambasciatori per la Pace”, è un presidio di pace, di non violenza e di legalità. In esso è presente l’albero della pace, un monumento vivo sempreverde, simbolo della vita che non muore mai, dedicato ai percorsi della memoria storica dei 100 anni della grande guerra, messo a dimora durante la prima edizione del passaggio per Alife della Fiaccola della Pace. L’albero è dedicato alla memoria dei giudici Falcone e Borsellino e alle vittime della mafia”. Vicino all’albero ci sono “La panchina della pace e della nonviolenza” dedicat alla memoria della giovane mamma Stefania Formicola, vittima di femminicidio ed una scultura dedicata a Gino Strada e a Teresa Sarti. Durante la manifestazione è stato dedicato un albero ai piccoli naufraghi del Mediterraneo: Aylan Kurdi di 3 anni e all’adolescente di 14 anni trovato in mare con la pagella cucita nella tasca. Durante la manifestazione inoltre è stato siglato un gemellaggio tra il “Giardino dei cinque continenti e della Nonviolenza” di Scampia ed il Giardino della Pace di Alife per lo stesso progetto di Pace. Particolarmente interessante è stata la testimonianza di riscatto e di rinascita del territorio di Scampia, comunicata dai referenti della Rete Pangea di Scampia. Gli alunni dell’IIS De Franchis hanno donato al’associazione una piccola Panchina rossa, da loro realizzata in maggio alla prossima Giornata mondiale contro la violenza sulle donne.

Il sito caserta24ore.it è verificato dall'Ordine dei Giornalisti