Giornata mondiale violenza sulle donne

(Caserta24ore) Pro Vita e Famiglia: «Aborto, utero in affitto e pornografia drammi per le donne» «Si celebra il 25 novembre la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne: abusi, stupri, omicidi, ma anche aborti, prostituzione, pornografia e la barbara pratica dell’utero in affitto, che riducono le donne a oggetto da sfruttare», ha ricordato Maria Rachele Ruiu, membro del direttivo di Pro Vita & Famiglia.
«Chiediamo al Ministro Bonetti e al Governo tutto più concretezza e meno parole: è irricevibile che qualcuno voglia legalizzare la mercificazione della donna e del suo corpo tramite utero in affitto, prostituzione e ipersessualizzazione delle bambine, e promuovere la diffusione della pornografia: la donna non è un oggetto da sfruttare per i propri desideri!» prosegue la nota della Onlus. «Infine – aggiunge Ruiu – denunciamo la grande fregatura per la donna che è l’aborto. Oltre ad essere la prima causa di femminicidio al mondo, rende la madre schiava di una scelta dolorosa, drammatica e con conseguenze devastanti, sia fisicamente che psicologicamente: che violenza lasciare le donne sole, abbandonate alle proprie paure, fragilità e difficoltà senza reali alternative valide che non sia uccidere i propri figli, fingendo che questo sia la panacea di tutti i loro mali! E’ inoltre d’obbligo oggi – conclude Ruiu – un pensiero a tutte le mamme che non hanno potuto seppellire il proprio figlio morto in grembo o che, come a Brescia, hanno visto violati i cimiteri dove riposavano i propri bambini».

Il sito caserta24ore.it è verificato dall'Ordine dei Giornalisti