Teano/Sparanise. Il Foscolo vince il concorso ArciMovie. Chiara Mesolella vince il primo premio.

(Caserta24ore) TEANO – SPARANISE. CARMEN E MARIKA VINCONO IL SECONDO. Ancora successi per il Foscolo di Teano e Sparanise: Chiara Mesolella, ex alunna del Liceo Scientifico, oggi studentessa universitaria, si è classificata prima al 5° Concorso nazionale di scrittura cinematografica di Arci Movie “Lo Schermo e le emozioni”. Il premio gli è stato consegnato questa mattina al Teatro San Ferdinando a Napoli dal Presidente della giuria Gabriele Frasca. Il concorso, oltre ad Arci Movie, è stato voluto dal Comune di Napoli, dall’associazione Premio Napoli, da Teatro di Napoli e da Cine Monitor. Erano Presenti alla premiazione: Maria Filippone, vicesindaco di Napoli, Roberto D’Avascio, Presidente di ArciMovie, Carmen Petillo, della Fondazione Premio Napoli, Imma Colonna, curatrice del concorso e l’attore Gianfelice Imparato che ha letto la motivazione delle opere vincitrici. Questa la motivazione del primo premio a Chiara:” La vita quotidiana di un’adolescente : la scuola, la famiglia, le feste con gli amici, gli amori, le speranze, in un racconto autobiografico che spazia felicemente tra registri narrativi diversi . È uno scorrere lieve, appassionato e sincero, che mai rimane in superficie, che rivela con toni originali una non comune capacità di analisi e di riflessione , che si fa sguardo sulla condizione giovanile e si interroga sulla difficile ricerca del senso della vita ” . Un testo quello di Chiara, “Attraverso i miei occhi”, che presto diventerà anche un libro. Oltre a Chiara sono stati premiate altre due alunne del Foscolo Carmen Aletto e Marika Silvestri della classe 4^ Liceo Linguistico che si sono classificate al secondo posto con i racconti “Un giallo a Napoli”. dove Carmen ha curato la scrittura e Marika ha realizzato le illustrazioni a colori. Entrambi i racconti sono ambientati a Napoli. Il protagonista del primo racconto è un ispettore di Polizia, Luigi Giglio, che insieme a due poliziotti, risolve un caso di omicidio. La vittima è una ragazza trovata morta in un campo di Via Toledo. L’ispettore Giglio, grazie al suo intuito, riesce ad arrestare l’assassino. Nel secondo racconto la vittima è una donna trovata morta nel fiume di Via Sebeto a Napoli. L’ispettore Giglio, al comando di una caserma di Napoli, grazie al suo intuito riesce anche questa volta a smascherare l’assassino e a risolvere un caso davvero difficile. “La doppia vittoria , spiega il preside del Foscolo Paolo Mesolella, è stata una bella sorpresa, pertanto ringrazio la professoressa Genovina Palmieri, insegnante di Chiara, Carmen e Marika ed il prof. Antonio Migliozzi che hanno seguito le vincitrici, con tanta pazienza e dedizione da farle appassionare alla scrittura creativa e farle diventare delle giovani scrittrici”.

Il sito caserta24ore.it è verificato dall'Ordine dei Giornalisti