IlMezzogiornolibri. “Attraverso i miei occhi”, 2021di Chiara Mesolella, una storia per il cinema.

(Caserta24ore) CALVI RISORTA. Dopo aver vinto il Primo Premio al concorso ArciMovie, il bel racconto “Attraverso i miei occhi” è diventato un libro di successo, edizioni IlMezzogiorno, che in pochi giorni ha raggiunto la vetta della classifica dei libri su Amazon. Chiara Mesolella, ex alunna del Liceo Scientifico “Foscolo” di Teano e oggi studentessa universitaria in Psicologia, dopo essersi classificata prima al 5° Concorso nazionale di scrittura cinematografica di Arci Movie “Lo Schermo e le emozioni” a Napoli è riuscita in poco più di un mese a scalare le classifiche dei libri su Amazon. Il primo premio al concorso “lo schermo e le emozioni, una storia per il cinema” gli è stato consegnato l’11 dicembre scorso al Teatro San Ferdinando a Napoli dal Presidente della giuria Gabriele Frasca. Il concorso, oltre all’associazione Arci Movie, era stato promosso da CineMonitor, dall’associazione Premio Napoli, da Teatro di Napoli e dal Comune di Napoli. Alla cerimonia di premiazione erano presenti anche Maria Filippone, vicesindaco di Napoli, Roberto D’Avascio, Presidente di ArciMovie, Carmen Petillo della Fondazione Premio Napoli, Imma Colonna e l’attore Gianfelice Imparato che ha letto la motivazione dell’opera. <br />Questa la motivazione del primo premio a Chiara:” La vita quotidiana di un’adolescente : la scuola, la famiglia, le feste con gli amici, gli amori, le speranze, in un racconto autobiografico che spazia felicemente tra registri narrativi diversi . È uno scorrere lieve, appassionato e sincero, che mai rimane in superficie, che rivela con toni originali una non comune capacità di analisi e di riflessione , che si fa sguardo sulla condizione giovanile e si interroga sulla difficile ricerca del senso della vita ” . Un bel testo quello di Chiara, che è diventato un libro che si legge tutto d’un fiato. Un testo dal quale traspare la creatività e la delicatezza di una giovane scrittrice che ama la lettura, la psicologia ed il volontariato. “Questa, spiega Chiara, è la storia di una ragazza di diciassette anni, adolescente e liceale. Voglio raccontare la storia di Chiara perché nessuno racconta le storie delle persone “normali”. La storia di Chiara non è una storia vera ma è una storia reale di una ragazza che si affaccia all vita per conoscerla e capirla, per poi cercare di fare lo stesso con se stessa. Chiara si interfaccia con il suo mondo fatto di studio sui banchi di scuola, di scontri e riflessioni con il mondo degli adulti che sembra così lontano da quello degli adolescenti con cui invece deve fare i conti tutti i giorni. Una ricerca interiore fatta di timori, pensieri e insicurezze che sono presenti dentro di lei in un periodo difficile. Pensieri e sentimenti che hanno tutti, ma tutti nascondono. Chiara invece, vede tutto attraverso i suoi occhi che sono lo specchio della sua giovane anima e ce lo racconta con una scrittura originale e sincera.