Castellabate. Cilentani a Roma per accompagnare San Costabile

(Caserta24ore) CASTELLABATE Proprio in occasione del quarantesimo anniversario dalla proclamazione a Patrono Secondario della Diocesi di Vallo della Lucania, i cilentani si sono mossi in pellegrinaggio verso Roma per portare la Statua di San Costabile Gentilcore, Patrono di Castellabate, nella Casa di Pietro. Grande è stato l’entusiasmo con cui tutti i parrocchiani hanno deciso di partecipare a questo viaggio proposto dai parroci Don Roberto Guida e Don Pasquale Gargione. La benedizione della statua del Santo Patrono di Castellabate è avvenuta proprio durante l’Udienza generale con Papa Francesco. A seguire nella Basilica di San Pietro presso l’Altare della Cattedra è stata celebrata la Santa Messa con Don Michele Petruzzelli, Abate della Badia di Cava de’ Tirreni. In rappresentanza dell’amministrazione comunale hanno partecipato il Sindaco Marco Rizzo, il vice Sindaco Luigi Maurano, l’Assessore Antonio Florio e il Consigliere Raffaele di Gregorio. “Sebbene rappresentanti istituzionali del nostro territorio, la nostra partecipazione è avvenuta prioritariamente come fedeli, come tutti gli altri parrocchiani che si sono messi in viaggio per accompagnare il nostro Santo Patrono. E’ stata una grande emozione partecipare a questo pellegrinaggio, vedere il nostro Santo Patrono nella grande Casa di Pietro e poter vedere da vicino Papa Francesco. Questo pellegrinaggio è stato occasione di aggregazione parrocchiale, in cui i protagonisti indiscussi sono stati la fede e il nostro Patrono San Costabile”, afferma il Sindaco Rizzo.