Troviamo un posto a scuola per i bambini ucraini

(Caserta24ore) E’ urgente e necessario trovare un posto nelle Scuole Italiane per i bambini che arrivano in Italia anche dopo l’inizio dell’anno scolastico.
La Convenzione Internazionale sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza riconosce il diritto all’istruzione per tutti i minori e la Legge Italiana prevede la possibilità di iscrizione in corso d’anno ma, nella realtà, le scuole sono spesso costrette a rifiutare le iscrizioni per mancanza di posti nelle classi già affollate.
Molti bambini e ragazzi sono costretti ad emigrare a causa di crisi internazionali, catastrofi naturali o semplicemente per ricongiungersi ai propri genitori emigrati. Il loro arrivo non coincide con i tempi burocratici delle iscrizioni, della formazione delle classi e della predisposizione degli organici Questi bambini rischiano di diventare dei “fantasmi” per il sistema scolastico e per la società. In particolare, a seguito della crisi in Ucraina, è prevedibile che migliaia di bambini e ragazzi arrivino in Italia per sfuggire alla guerra e ricongiungersi con le mamme che lavorano nelle nostre città, aggiungendosi al normale flusso migratorio già in atto da anni . Chiediamo quindi al Ministro dell’Istruzione di mettere in atto i provvedimenti necessari perché, a tutti i livelli di scuola, sia reso effettivo il diritto-dovere all’istruzione, attraverso la previsione di un maggior numero di classi e di organico, soprattutto nelle aree storicamente più interessate dal fenomeno migratorio.(Anna Nota si Change.org)