Napoli. Ordine ingegneri: istituite l’albo d’oro per i senatori!

(Caserta24ore) NAPOLI Gennaro Capodanno, ingegnere, presidente del Comitato Valori collinari, già presidente della Circoscrizione Vomero, il quale, avendo maturato quest’anno i cinquant’anni di laurea, in base a quanto previsto dalle attuali disposizioni, dovrà essere proclamato senatore emerito dell’Ordine degli ingegneri della Provincia di Napoli, se e quando verrà organizzata la cerimonia per la proclamazione dei senatori e dei senatori emeriti, dal momento che a una sua precisa richiesta, inoltrata a mezzo e-mail il 28 aprile scorso, per conoscere la data dell’evento, è stato risposto che tale cerimonia “verrà organizzata nei prossimi mesi se le condizioni sanitarie covid-19 lo consentiranno”, laddove invece va evidenziato che in moltissime altre città numerosi ordini professionali, e anche a Napoli segnatamente quelli dei medici e degli avvocati, hanno già organizzato, proprio in questo periodo, analoghe cerimonie per i propri iscritti, sollecita, ancora una volta, il consiglio dell’ordine degli ingegneri della Provincia di Napoli, affinché, in tempi rapidi, organizzi la suddetta manifestazione rilanciando, nell’occasione, la proposta d’istituire anche, nel capoluogo partenopeo, l’albo d’oro dei Senatori dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Napoli. ” Al riguardo – afferma Capodanno -, da una ricerca effettuata attraverso internet, ho notato che l’albo d’oro è stato già istituto, e da tempo, con apposita delibera del rispettivo Consiglio, in molti ordini degli ingegneri di altre Province italiane. Laddove, invece, l’ordine degli ingegneri della Provincia di Napoli, nonostante precedenti richieste di analogo tenore, non ha ancora provveduto a istituire un tale albo che ha evidentemente, tra le finalità precipue, quella di offrire un giusto e meritato riconoscimento a colleghi che, nel corso di un’intera vita professionale, si sono distinti per l’attività svolta nei vari campi e settori dell’ingegneria ma anche quella di non disperdere il patrimonio di esperienze professionali e umane degli iscritti più anziani “.” Alcuni ordini, come quelli di Brescia e di Grosseto – puntualizza Capodanno – addirittura prevedono che gli iscritti nell’albo d’oro siano esonerati dal pagamento della quota d’iscrizione annuale, dal momento che si tratta di ingegneri la maggior parte dei quali, considerando che hanno superato la soglia dei 70 anni, sono, in gran parte, da tempo in pensione o, comunque, non esercitano più la professione ma mantengono l’iscrizione all’albo per ragioni soprattutto affettive “. ” Invece – sottolinea Capodanno – a Napoli il Consiglio dell’ordine degli ingegneri ha deliberato solo un semiesonero, con il pagamento della quota al 50%, e neppure per tutti i senatori ma solo ed esclusivamente per quelli che arrivino al traguardo dei 50 anni di laurea, stabilendo per giunta che tale semiesonero scatti dall’anno successivo a quello nel quale si maturano il mezzo secolo di laurea. Oltre a istituire l’albo d’onore è auspicabile che il consiglio dell’ordine degli ingegneri della Provincia di Napoli, riveda anche la delibera sul pagamento della quota d’iscrizione annuale, nella direzione che preveda l’esonero totale per tutti gli ingegneri iscritti nell’albo d’oro, che non esercitino attivamente la professione “.