Varcaturo (Na) Enzo Gragnianiello in concerto per il mare

(Caserta24ore) VARCATURO (Na) GRAGNANIELLO in Concerto per il mare domenica 19 giugno ore 21.30 in spiaggia Livingston Sunset, Lido Varca d’Oro, ingresso 20 euro. “Sarà un concerto per augurare buona estate a tutti. Si sa che Enzo Gragnaniello è un poeta-musicista-cantautore che vive ogni istante assecondando il suo rarissimo feeling con la natura, nonostante abiti in un centro ultra urbano quale quello napoletano. L’artista originario dei Quartieri Spagnoli, che proprio lì ha scelto e desiderato di continuare a vivere, domenica 19 giugno sarà l’ospite d’onore di uno speciale spettacolo sul palco del Livingston Sunset al Lido Varca d’Oro di Varcaturo. Il suo “Concerto per il mare” nasce da una volontà e da uno stato di coscienza antico: “Tutto quello che faccio e che scrivo ha il mare come orizzonte – dice Gragnaniello – Per me è indispensabile ricevere e trasmettere la sua energia. Suonare quasi in acqua diventerà una magia extra. Non si contano le canzoni del mio repertorio in cui il mare è assoluto protagonista”. Dalla omonima “Mare” (nel disco “Veleno, mare e ammore” del 1992) a “Cu’ mme” con Roberto Murolo e Mia Martini, da “Smog & stress” a “’O mare e tu” firmata per Andrea Bocelli e interpretata da Gragnaniello anche con la portoghese Dulce Pontes. Fino a “Donna” (scritta ancora per la Martini), “Guardo il mare”, “So’ nat’ ccà”, “Onda”. “Sono nato vicino al mare, mica racconto i grattacieli. Bisogna stare in silenzio per avvertire la forza del mare, il suo odore, il suo suono e le sue profondità. I suoi colori. Ti riempie lo spirito e devi essere pronto a ricevere la sua sinfonia. Con me avrò la band che ormai da tempo mi affianca: Piero Gallo (mandolina elettrificata), Marco Caligiuri (batteria), Erasmo Petringa (basso-violoncello) e Antonio Maiello (chitarre elettriche). Siamo tutti marinai”. “Naturalmente – insiste Gragnaniello – accanto ai titoli dedicati al mare eseguirò anche una serie di pezzi del passato ma anche più recenti, ad esempio quelli contenuti nel mio ultimo album “Rint’ ‘o posto sbagliato”. Fra i tanti, la omonima title-track, e posso citare “’O razzism’”, “Povero bene”, “Scrivi una canzone per mia madre”, un inno a tutte le donne in solitudine. E poi “Quant’ammore”, “’Stu criato” e “L’erba cattiva”. Ci vediamo domenica in spiaggia”.