Napoli: assemblea per 12.800 ingegneri con 400 posti a sedere

(Caserta24ore) NAPOLI ” Si resta a dir poco sconcertati – esordisce Gennaro Capodanno, ingegnere, presidente del Comitato Valori collinari – di fronte ad alcune situazioni, che vanno comunque valutate tenendo conto della situazione, ancora in atto, conseguente all’emergenza pandemica da Covid-19 per la quale peraltro si registra, in questi giorni, una nuova impennata della curva dei contagi con un numero di positivi, nella Regione Campania, che supera il 20%, rispetto ai tamponi effettuati “. ” Eppure – sottolinea Capodanno -, per i prossimi giorni, è stata convocata l’assemblea annuale degli iscritti all’ordine degli
ingegneri della Provincia di Napoli. Una convocazione che, come si legge nell’avviso, pubblicato anche sul sito internet, riguarda circa 12.800 colleghi “. ” Orbene – puntualizza Capodanno -, a seguito di una mia richiesta al riguardo, è stato precisato che la sede scelta per l’assemblea, peraltro al chiuso, può contenere al massimo circa 400 persone sedute, vale
a dire poco più del 3 per cento dei convocati. Davvero poca cosa. A meno che non si voglia prefigurare una presenza molto esigua, con l’assenza di almeno il 97 per cento degli invitati, la qual cosa non sarebbe certamente in linea con la necessità di garantire la partecipazione democratica di tutti gli aventi diritto, lasciando così a pochi iscritti le decisioni su importanti punti all’ordine del giorno. Anche in relazione al fatto che, in seconda
convocazione, l’assemblea è valida qualunque sia il numero degli intervenuti”.” Da queste considerazioni dunque – conclude Capodanno – è scaturita la mia decisione, assunta a malincuore, di non partecipare alla suindicata assemblea “.