Teano/ Sparanise. Al Foscolo sono arrivati 45 sanificatori per le aule e i laboratori

(Caserta24ore) TEANO – SPARANISE Finalmente sono arrivati. Nei giorni scorsi sono arrivati ben 45 sanificatori che stanno per essere sistemati in tutte le aule ed avranno lo scopo di sanificare l’area in questo periodo che il covid non è ancora sparito. Respirare aria salubre infatti è importante. Oltre ai monitor, alle lavagne nuove , alle LIM e ai ventilatori, infatti, mancavano solo i sanificatori per rendere l’area più salubre, prevenirne il ricambio ed evitare le infezioni. In questo periodo di esami e da prossimo mese di settembre, quando riprenderanno le lezioni, non occorre più aprire le porte e le finestre perché in ogni aula sarà attivo un moderno sanificatore. “L’ emergenza sanitaria, spiega il preside del Foscolo Paolo Mesolella, causata dalla diffusione incontrollata del Coronavirus, ci ha ricordato l’importanza di respirare aria salubre all’interno di ambienti chiusi. Di qui la necessità di comprare sanificatori che permettono di avere aria più pulita, se non addirittura sanificata. La sanificazione dell’aria infatti avrà lo scopo di migliorare la salubrità dell’aria respirata all’interno delle aule, degli uffici e dei laboratori. Essa non è una semplice “pulizia”, intesa come eliminazione di particelle visibili, quanto piuttosto un processo che porta ad abbattere il livello di microrganismi, anche patogeni, presenti nell’aria che respiriamo. Allo stesso tempo sanificare significa anche creare un microclima ideale, privo di polveri, pollini e batteri, adeguato dal punto di vista dell’umidità, della ventilazione e della temperatura. L’aria sanificata è per sua natura più purificata, più respirabile e più salubre e i benefici in termini di comfort ambientale sono subito percepibili, specialmente per le persone che soffrono di patologie respiratorie croniche oppure stagionali, come ad esempio per chi soffre di allergia ai pollini primaverili. Poi c’è la prevenzione al Covid. Le statistiche indicano che le malattie trasmesse per via aerea sono responsabili di oltre il 50% delle patologie che richiedono l’intervento dello specialista, e molte di esse sono contagiose, come il raffreddore, l’influenza, la pertosse, il morbillo, il Coronavirus, la cui modalità di trasmissione principale è la diffusione aerea via droplet , attraverso le particelle emesse con il respiro, la parola, la tosse, lo starnuto. La corretta sanificazione delle aule e degli ambienti della scuola, quindi è fondamentale per incrementare la sicurezza e ridurre la diffusione del virus. Misure cautelative come la ventilazione regolare degli ambienti, il cosiddetto “ricambio dell’aria”, associate alla sanificazione creano aria di riciclo molto più sana”.