Teano -Sparanise. Al Foscolo, dopo i sanificatori, sono arrivati i monitor interattivi in tutte le aule.

(Caserta24ore) TEANO/ SPARANISE Al Foscolo di Teano e Sparanise si lavora anche ad agosto per preparare la scuola e le aule per settembre. Dopo i 42 sanificatori sistemati in tutte le aule nel mese di luglio, in questi giorni di agosto sono stati collocati nelle aule anche i Monitor digitali interattivi per una didattica digitale 4.0. Quaranta monitor Active Panel Promethean, lunghi sei metri, con lavagna digitale, connessione internet e programmi interattivi. I monitor, realizzati per promuovere l’innovazione, presentano immagini cristalline, suoni coinvolgenti, interfacce e scritture fluide. Grazie ad un menù unificato gli insegnanti possono interagire tra contenuti, app, strumenti digitali e files. Vi si può scrivere sopra in modo rapido e preciso utilizzando la penna o le dita. Il monitor poi, presenta numerosi strumenti didattici precaricati: ritaglia le immagini, disegna e aggiunge note e dà movimento a qualsiasi attività con Spinner e Timer. Con il monitor è possibile anche ottenere il mirroring e condividere il lavoro. La connessione dei dispositivi per il mirroring al pannello è semplice e veloce. Gli insegnanti possono muoversi liberamente in classe o interagire con un dispositivo connesso direttamente dal pannello. Ad ogni sessione possono connettersi fino a 39 dispositivi. E l’insegnante può scegliere fino a quattro dispositivi con i quali condividere i contenuti contemporaneamente agli studenti. Si tratta quindi di uno strumento all’avanguardia che modifica la didattica dell’insegnamento e che prevede un apposito corso di formazione per l’utilizzo del Monitor per tutti i docenti della scuola che si terrà nel mese di settembre. Questi monitor si aggiungono ai 43 Sanificatori che sono stati sistemati nelle aule nel mese di luglio e che renderanno l’aria più salubre, prevenendo il ricambio ed evitando le infezioni. “L’emergenza sanitaria, spiega il preside del Foscolo Paolo Mesolella, causata dalla diffusione del Coronavirus,  ci ha fatto capire l’importanza di respirare aria salubre anche all’interno degli ambienti chiusi. Di qui la necessità di sistemare i sanificatori nelle aule. La corretta sanificazione delle aule e degli ambienti della scuola, infatti è fondamentale per incrementare la sicurezza e ridurre la diffusione del virus. Tutto questo, continua il preside Mesolella, è stato possibile grazie a due progetti PON che prevedevano circa 80 mila euro da destinare all’acquisto di sanificatori e monitor interattivi L’obiettivo del secondo, in particolare, è quello di migliorare le competenze chiave degli allievi potenziando la conoscenza delle nuove tecnologie e dei nuovi linguaggi informatici”.