Solopaca. La festa dell’uva

(Dante Iagrossi) SOLOPACA Fino al 13 settembre si svolgerà a Solopaca una nuova edizione della Festa dell’uva, manifestazione tipica ed originale, frutto dell’impegno di Pro Loco, Associazione Maestri Carraioli e varie società vinicole del territorio. Con una enorme partecipazione locale, regionale e non solo. Tale evento, molto atteso dopo due anni di pausa a causa della malattia pandemica, offre quest’anno un ricchissimo e variegato programma: un corteo storico dedicato ai duchi della cittadina nel 1600 e 1700, mostre d’arte del gruppo “Immaginaria”, corsi di pittura per bambini e dimostrazioni di un bravo ceramista, collettiva del Circolo Fotografico Sannita, escursioni in mountain bike, costeggiando vigneti, musica di generi diversi (e tanto altro ancora). In particolare: un gruppo che esegue brani dei Cold Play, Omaggio a musica popolare (sabato 10), concerto finale dei “Terra mia”, che ripropongono brani di Pino Daniele (martedì 13 settembre), dopo la proclamazione del carro vincente.
In ogni caso, è sempre assai seguita e gradita la sfilata dei carri, del tutto ricoperti di chicchi d’uva, incollati uno per uno, che ogni anno era dedicata ad una certa tematica, con l’impegno di piccoli e grandi dei vari quartieri di Solopaca. Invece quella attuale è a tema libero. Inizierà domenica mattina 11, alle ore 9.30, per poi diventare mostra statica per strada, di pomeriggio e dopo. Si potranno degustare panini succulenti e genuini piatti di cucina locale, innaffiati da sorsi di ottimi vini, per una giornata allegra da passare con famiglia ed amici…Ma senza alzare troppo il gomito!