Napoli: strisce pedonali al Vomero. Chi le ha viste?

(Caserta24ore) NAPOLI Attraversamenti a rischio anche nei pressi degli edifici scolastici
“ E’ un fenomeno al quale si assiste oramai con sempre maggiore frequenza senza che vengano adottati i provvedimenti del caso da parte degli uffici comunali a tanto preposti, provvedimenti annunciati pure di recente ma senza che dalle parole si sia passati a fatti concreti, e nonostante possa costituire un palese pericolo per le decine di migliaia di napoletani che ogni giorno attraversano le strade cittadine – afferma Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari, già presidente della Circoscrizione Vomero -. Mi riferisco alla scomparsa graduale delle strisce pedonali da moltissime carreggiate delle strade partenopee senza che vengano ripristinate con la necessaria sollecitudine “.
“ Particolarmente colpita dall’assenza delle strisce zebrate è la municipalità collinare che comprende i quartieri del Vomero e dell’Arenella, dove risiedono circa 120mila napoletani – puntualizza Capodanno –. Solo per esemplificare le strisce pedonali sono in gran parte
scomparse in piazza degli Artisti, in piazza Vanvitelli e in piazza Medaglie d’Oro ma anche in via Luca Giordano, in via Cimarosa e in via Bernini, solo per esemplificare ma anche dinanzi a edifici scolastici, come il liceo Mazzini in via Solimena “. “ La situazione che si determina, in zone altamente trafficate, è decisamente pericolosa per le persone – prosegue Capodanno -. Esse infatti rischiano, nell’attraversare la strada, di essere travolte dagli
autoveicoli e dai motoveicoli in transito, sovente a velocità sostenuta, sul tratto di carreggiata dove le strisce pedonali sono, allo stato, quasi del tutto scomparse “.
” Un altro aspetto da tenere il considerazione – sottolinea Capodanno – è rappresentato dal fatto che sovente, approfittando proprio del fatto che le strisce pedonali sono diventate quasi del tutto invisibili, automobilisti e motociclisti parcheggiano i loro veicoli sulle stesse, rendendo ancora più disagevole l’attraversamento dei pedoni, con particolare
riferimento ai diversamente abili. Il tutto favorito purtroppo anche dall’assenza dei necessari controlli da parte degli addetti alla vigilanza”. Capodanno al riguardo sollecita un intervento rapido da parte dell’amministrazione comunale partenopea, sulla base di un vero e proprio
censimento delle strisce pedonali mancanti, provvedendo immediatamente a ripristinare quelle sbiadite per il logorio o addirittura del tutto assenti.